“Strade Sicure”: facciamo luce sul degrado stradale

0
337

Il Comitato per la Sicurezza Stradale dell’Alto Tavoliere si appella alle istituzioni competenti evidenziando le pessime condizioni in cui versano le strade provinciali e comunali del territorio.

Ieri, lunedì 20 dicembre 2021, alle ore 18.00, si è tenuta in piazza Padre Pio, nella zona antistante al Palazzo comunale di San Paolo di Civitate, la manifestazione “Strade Sicure”, organizzata da don Dino d’Aloia, promotore del Comitato, in collaborazione con i gruppi firmatari dell’appello. Alla manifestazione erano presenti diverse delegazioni e associazioni locali, esponenti dell’Amministrazione comunale e numerosi cittadini.

Che le strade provinciali e comunali dell’Alto Tavoliere fossero dissestate è cosa nota da molti anni ed è altrettanto noto che il degrado del patrimonio pubblico infrastrutturale non è compatibile con le priorità strategiche di un welfare moderno e civile che deve garantire, oltre alla sicurezza, anche il decoro del proprio territorio. A volte basta un temporale a frantumare l’asfalto che in breve tempo si fessura formando crateri pericolosissimi per ciclisti, motociclisti e automobilisti. Danni ingenti di cui sarebbe responsabile l’Amministrazione pubblica, ma per cui è difficile, lungo e costoso ottenere rimborsi. Il problema del degrado e dell’incuria in cui versano le nostre strade, denuncia il Comitato, sta nella scarsa manutenzione che, anziché essere programmata, insegue le emergenze.

È evidente che si tratta di un problema di scarsi finanziamenti pubblici e di gare di appalto al massimo ribasso che non garantiscono l’esecuzione a regola d’arte dei lavori, ma è anche un problema di cultura, denunciano i firmatari dell’appello, perché abbandonare il manto stradale a sé stesso è estremamente antieconomico nel lungo termine. Se si rinnova periodicamente lo strato superficiale di asfalto, a seconda delle percorrenze, la spesa è limitatissima. Se invece si lasciano “ammalorare” anche gli strati inferiori, il costo per il ripristino può essere anche venti volte superiore. La mancata manutenzione delle strade dell’Alto Tavoliere è forse tra gli esempi più eclatanti della situazione in cui versano le strade dello Stivale. Questa incuria mette a repentaglio la sicurezza di tutti quei cittadini e quelle cittadine che ogni giorno percorrono le strade ridotte a un colabrodo.

In definitiva, il Comitato e tutti i firmatari chiedono a gran voce che le istituzioni si facciano carico della manutenzione e della sicurezza stradale al fine di evitare incidenti, spesso mortali, per garantire agli automobilisti, motociclisti e ciclisti la fruizione della strade in condizioni di piena sicurezza e comfort. L’incidentalità stradale rappresenta, infatti, una delle piaghe più gravi della società moderna e costituisce in tempo di pace la maggiore insidia per il cittadino e la sua incolumità.

La sicurezza stradale è un diritto, un dovere e un bene prezioso per tutti!

Ente promotore: Comitato Sicurezza Stradale Alto Tavoliere.

Primi firmatari: Diocesi di San Severo, I. C. “Grimaldi-Giovanni Paolo II” di San Paolo di Civitate, Serracapriola e Chieuti, Parrocchia di Sant’Antonio, Proloco Civitas San Paolo di Civitate, Gruppo Scout Agesci San Paolo di Civitate, Motoclub Fast Rod 71zero 10Spc, Park Enduro Vittorio Marini, Associazione musicale Santa Cecilia, Operatori per la Sicurezza Sociale, Associazione San Paolo Soccorso, Associazione sportiva dilettantistica San Paolo di Civitate, Movimento Consumatori, Associazione Familiari e Vittime della Strada, Parrocchia San Giuseppe Artigiano di San Severo, Parrocchia Santa Maria della Strada di Torremaggiore, Confcommercio-Imprese per l’Italia della Provincia di Foggia.

A continuazione troverete il video, realizzato dallo staff tecnico della Desaleo.org, con i momenti salienti della manifestazione. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.