Antonio Luigi GRIMALDI – VERRA’ IL SOLE

0
732

Il primo capolavoro  ” VERRA’ IL SOLE”  è, per citare il critico Carmelo Aliberti dell’Eura Press di Milano,   “una rara tensione ideale alimenta la poesia di Antonio Luigi Grimaldi oscillante tra un affabulante sentimentalismo ed il comlesso dipanarsi dalla cronaca, frugati nei più contradditori segni emblematici con una tecnica narrativa di pavesiana memoria e con un linguaggio vigoroso e affilato”
Da questo lavoro abbiamo tratto per Voi una delle poesie più belle scritte dall’autore per il suo paese natio dal titolo “UNA RACCOLTA DI STELLE”

Dalla finestra della mia stanza

dall’alto di un freddo condominio

quando dopo il lavoro rincaso

e le sere sono calme e terse

vedo con piacere,

all’orizzonte lontano,

il luccichio delle tue poche luci Verra il sole

piccolo paese del mio natale.

Come una raccolta di stelle

tremolante appari.

Ogni stella per me ha un nome

indica una via

rappresenta una famiglia.

Quando vedo una luce mancante

immagino una casa vuota.

Se, più del solito

brillano altre luci

capisco che i vostri animi

sono in gran festa

amici della mia prima età.

Allora vi penso a spasso

tra la Chiesa ed il Comune

con le scarpe tirate a lucido

e la cravatta della festa.

Così passano gli anni

e ti rivedo sempre immutato

mentre io ritorno a te raramente

prigioniero della vita nuova

( da “Verrà il Sole” di A.L.Grimaldi)

 

 

[tube]UqYmp1JX8KE[/tube]

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.